Papa Francesco a Loreto – 25 marzo 2019

di Pubblicato in News


A chiusura del Sinodo dei Giovani, Papa Francesco raggiungerà Loreto (provincia di Ancona) nel giorno di lunedì 25 marzo 2019. La data è ormai prossima e molti sono in trepidante attesa della seconda visita del papa nelle Marche (la prima risale al 2016, ad Arquata, nei giorni successivi al terremoto che ha colpito la regione), che si recherà a Loreto come un pellegrino in visita alla Santa Casa, stando alle parole dell’arcivescovo delegato pontificio Fabio Dal Cin.

La partecipazione sarà gratuita e aperta a tutti, senza bisogno di acquistare biglietti o pass. I luoghi saranno opportunamente predisposti per accogliere questo speciale evento, portando anche a modifiche della viabilità per la sicurezza del Santo Padre e dei presenti tutti. Durante la visita il papa incontrerà diverse personalità del luogo, celebrerà messa e pronuncerà il suo discorso ai fedeli presenti.

Il Papa giungerà in mattinata, intorno alle 9:00, al Centro giovanile Giovanni Paolo II di Montorso, dove lo attenderà per accoglierlo proprio Monsignor Fabio Dal Cin, insieme a Luca Ceriscioli (presidente della Regione), Antonio D’Acunto (prefetto di Ancona) e Paolo Nicoletti (il sindaco di Loreto).

Alle 9:30, Papa Francesco raggiungerà il santuario, dove altre importanti cariche religiose saranno pronte ad accoglierlo, tra cui lo stesso rettore della Pontificia Basilica della Santa Casa, Padre Franco Carollo.

Presso la Santa Casa, il Santo Padre celebrerà la messa, intorno alle 9:45, per poi passare alla firma della lettera post sinodale ai Giovani. Il papa dedicherà anche del tempo a visitare gli ammalati presenti nel santuario e a fare visita alla comunità di frati.

Attorno alle 11:30, sul sagrato, Papa Francesco terrà il suo discorso ai fedeli e a seguire reciterà l’Angelus. Attorno alle 12.30 si ritirerà per pranzare con i vescovi, ed infine lascerà il santuario attorno alle 14:30, per ripartire alla volta del Vaticano.

I fedeli, soprattutto i più giovani colgano l’occasione per ricevere con il cuore colmo di grazia la visita di Papa Francesco, grazie al quale si potrà intensificare la preghiera e la propria preparazione spirituale.

Autore: Redazione