In pellegrinaggio verso Medjugorje

di Pubblicato in Percorsi ed itinerari

Madonna di Medjugorje

Per un fedele, effettuare un pellegrinaggio in un luogo sacro è un’esperienza davvero irripetibile. Vediamo come potrebbe essere organizzato un pellegrinaggio a Medjugorje.

Giorno 1 – Partenza

Se non volete fare il pellegrinaggio a piedi perché non pensate di resistere o se non siete abbastanza allenati per farlo, potete comunque visitare questo luogo sacro viaggiando in auto, in pullman o, meglio ancora, in aereo. Il primo giorno quindi è destinato alla partenza. Si consiglia di prenotare dei voli che viaggiano di notte per risparmiare denaro. In alternativa al volo potete prenotare un traghetto per dubrovnik in Croazia per viaggiare di notte distante circa 150km da Medjugorje.

Giorno 2 – Arrivo a Medjugorje

Dopo essere arrivati supponiamo la mattina presto a Dubrovnik o a Sarajevo, basterà prendere un pullman per arrivare al famoso paese di Medjugorje. Dove potrete incontrare numerosi pellegrini.

Giorni 3-8 – Medjugorje

Sperimentate la bellezza e la pace di questo paese molto semplice. Durante il vostro soggiorno a Medjugorje avrete l’opportunità di condividere la fede con i pellegrini provenienti da tutto il mondo. Ecco alcune delle attività che potreste condividere con i compagni di viaggio. Ogni mattina andate alla messa insieme agli altri fedeli, poi seguite il percorso fino Podbrdo, dove i miracolati hanno visto la Madonna. Toccate e pregate davanti alla croce che ricorda il luogo dove Maria apparve ai ragazzi. Ogni sera vi unirete agli abitanti del paese e ai pellegrini per dire il rosario tutti insieme. Da non perdere, il giovedì e il sabato,l’adorazione del Santissimo Sacramento e il venerdì la venerazione della Croce. Ogni sera, durante la Messa croata, c’è la benedizione degli infermi e degli oggetti che avete con voi. Potrete anche scalare il Monte Krizevac, dove nel 1933 gli abitanti del paese hanno costruito una croce altissima per la croifissione di Gesù. Visitate e pregare davanti alla Croce Blu, un luogo dove sono avvenute grandi guarigioni di malati, un posto molto speciale alla base della collina delle apparizioni.

Giorno 9 – ritorno

Dopo la prima colazione e i saluti, prendiamo di nuovo il pullman per l’aeroporto di Dubrovnik o di Sarajevo per il ritorno a casa.

A proposito di Medjugorje

Il 25 giugno 1981 nel villaggio di montagna di Medjugorje in Bosnia Erzegovina, la Madonna è apparsa a sei giovani. Lei si identificò come la Beata Vergine Maria, Regina della Pace e continuò ad apparire in seguito sempre a questi ragazzi, che nel frattempo sono diventati adulti. La sua missione è quella di promuovere la pace con Dio e l’umanità, attraverso il suo Figlio, Gesù. Le parole di Maria ai giovanifurono queste: “Sono venuta a dire al mondo che Dio esiste”. Successivamente al momento dell’apparizione di Maria, questo paese è diventato una famosa meta per il turismo religioso.

Queste apparizioni della Madonna sono state riconosciute come eventi soprannaturali da parte della Chiesa cattolica. Gli eventi soprannaturali differenziano la Chiesa Cattolica da tutte le altre fedi sulla terra. La Chiesa cattolica crede davvero agli eventi soprannaturali perché senza miracoli non ci sarebbero santi.

I miracoli sono esistiti in passato, ma oggi che il mondo è sempre più riluttante ad accettare la realtà, è possibile trovare gli eventi inspiegabili che rivelino la realtà di Dio? Esistono ancora questi eventi soprannaturali?

Autore: Redazione