Santuario Madonna del Pantano

Storia:



La leggenda narra che la Cappella venne eretta in seguito al miracoloso ritrovamento di un’immagine della Vergine, da parte di un pastore di passaggio. La località originaria della Chiesa, era una grangia risalente al medioevo e curata dai Cistercensi, successivamente abbandonata fino al 1524, anno in cui Papa Leone X la affidò al Capitolo di Pignola che si occupò della restaurazione.



Santuario:



La Chiesa come la conosciamo oggi è opera della ricostruzione avvenuta nel 1789, a causa del violento sisma che ha colpito la Chiesa originaria nel 1694. Lo stile della struttura è neoclassico e l’interno e suddiviso in tre parti.



La Chiesa ospita l’effige lignea della Madonna degli Angeli opera dello scultore Geronimo Arnone, risalente al 1587, la statua fu commissionata da Don Francesco Cammerota. La Sacra figura venerata con il titolo di Santissima Assunta, venne ricoperta d’oro zecchino poco tempo dopo la ricostruzione della struttura.



Purtroppo, il Santuario ha subito più volte danni a causa di eventi sismici, il 16 dicembre 1857, l’edificio crollò e le opere di ricostruzione terminarono verso l’inizio del ‘900. Durante questi periodi di stop, la venerata Immagine della Vergine, veniva custodita nella Chiesa Madre del Santuario, da qui nasce la tradizione, che si tiene in Maggio, della salita e della discesa dal monte. Questo rito si ripete regolarmente da oltre cinquant’anni.



 



Si ringrazia per la gentile concessione delle immagini Don Antonio Laurita


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa