Santuario Maria Santissima del Carmelo

Storia:



Il Santuario nasce in seguito alla liberazione del paese dalla peste, grazie all’intercessione della Santissima Vergine. L’Università di Laurenzana ha dichiarato con atto pubblico del 7 agosto 1656, la Vergine del Carmine protettrice del Paese assieme a Sant’Antonio da Padova, i Beati Egidio da Laurenzana e Gaetano e alla Madonna delle Grazie. La Chiesa venne elevata alla dignità dall’Arcivescovo di Acerenza Monsignor Pecci, contemporaneamente venne proclamata unica protettrice del paese e incoronata da decreto Vaticano del 16 luglio 1930, con il titolo di Maria Santissima del Monte Carmelo.



Nel Seicento, non era abitudine portare in processione le statue della Vergine, infatti inizialmente l’oggetto di culto era la tela situata alle spalle dell’altare maggiore. Verso il 19esimo secolo, si iniziò a parlare di un mezzobusto in cartapesta della Vergine del Carmelo.



Oltre la festività religiosa, da dieci anni viene organizzato un corteo storico nel periodo di luglio, durante il quale le quattro contrade che costituiscono il paese, si scontrano in giochi di stile medievale. La contrada che vince la contesa offre il giglio alla Madonna e il 16 luglio la porta in processione.


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa