Santuario Madonna del Sacro Monte

Storia:



Le origini non sono certe, ma si pensa ce il Santuario risalga all’11esimo secolo, in seguito alla caduta di Grumentum ad opera dei Saraceni. La Statua della Vergine che ospitava la Cattedrale della città, venne nascosta sul Monte di Viggiano. A questo punto interviene la leggenda, che narra di alcuni pastori della valle, videro sulla cima del monte delle strane luci, attirati da queste singolarità, rinvennero il simulacro ligneo della Vergine intatto, la Statua venne subito portata nella Cappella di Santa Maria fuori le mura di Viggiano.



Santuario:



La cittadinanza è molto devota al simulacro, ciò viene dimostrato dai due lunghi pellegrinaggi dedicati, che avvengono nei mesi di maggio e settembre, durante il primo, la Statua viene riportata sulla vetta del Monte, dove fu ritrovato (nel frattempo, in quel luogo è stata costruita una Cappella).



La prima domenica di settembre invece, un’altra processione accompagna il simulacro a Viaggiano, dove passerà l’inverno.



La forma dell’attuale Statua è dovuto a vari rifacimenti, seguendo lo stile bizantino e romano, ma è prevalentemente influenzato ed ispirato dal simulacro della Vergine del Santuario di Monserrat in Spagna, basti pensare che esistono numerose riproduzioni in tutto il meridione, ciò dimostra la forte presenza degli Spagnoli nel Sud della Penisola. L’unica cosa che non venne mai modificata, furono i visi della Vergine e del Bambino, la particolarità dei visi è il colore olivastro, che ne denota le chiari origini mediorientali.



Nel dicembre del 1965, Papa Paolo VI elevò il Santuario a Basilica Pontificia, mentre la Vergine del Sacro Monte, venne proclamata Patrona e Regina delle genti lucane.



Nel 1995, Monsignor Ennio Appignanesi, conferì a Viggiano il titolo di “Città di Maria”.



 



Le immagini sono gentilmente concesse dai Reverendi Padri dell Santuario


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa