Santuario Madonna della Strada

Storia:



Di costruzione recente (anni’60), il Santuario, sorge sopra i resti di una chiesetta risalente al 15esimo secolo, quest’ultima venne edificata da pastori nomadi, in cambio della protezione della Santissima Vergine durante il lungo cammino che li aspettava.



 



Santuario:



L’antica chiesa era dotata di un piccolo portico, atto a ricoverare i pellegrini, mentre all’interno a navata singola, era adorno di stucchi e decorazioni, e disponeva di un altare in legno dorato.



Della Chiesetta originaria restano due statuette del 14esimo secolo rappresentanti San Panfilo e San Donato, e la statua della Vergine, che tutt’oggi resta l’opera cinquecentesca più importante vicina a Silvestro dell’Aquila. Quest’ultima si dice abbia sostituito un antico simulacro sempre della Vergine, la storia racconta che venne rinvenuto su un albero di fico, ma alcuni abitanti di Atessa, tentarono di trafugarlo, furono costretti ad abbandonare la loro “missione”, perché la statua divenne così pesante, che nemmeno quattordici buoi riuscirono a trainarlo.



Curiosità:



Dopo la messa celebrata alle 5:30 del mattino dinnanzi al Santuario (messa dell’aurora), ai partecipanti viene offerto ristoro con un panino ed un bicchiere di vino cotto.


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa