Santuario Nostra Signora di Corte o Cabu Abbas

Storia:



Sito in località Cabu Abbas, anche nota come Caput Acquae per via delle numerosi fonti acquee presenti nella zona.



Il Santuario sorge sopra una preesistente abbazia, risalente al 1149 (secondo il Libellus Judicum Turritanorum, fonte volgare ludogorese del 13esimo secolo, che permette di conoscere la storia Medievale sarda) ed edificata da una comunità di Monaci Cistercensi inviata in loco da Bernardo di Chiaravalle, e fondata dal Giudice Gonnario Cominta del Lacon-Gunale a cui si deve l'appellativo "de Corte".



Già dalla prima metà del 15esimo secolo l’edificio risultava in un grave stato di abbandono, successivamente venne smantellata e i materiali vennero riutilizzati per costruire altre Chiese all’interno del villaggio. Della vecchia abbazia, risale solo il coro e parte del transetto.



L’attuale Chiesa venne costruita attorno al 1600.



Fonti Immagini:



Gianni Careddu da https://commons.wikimedia.org/wiki/File%3ASindia_-_Chiesa_di_Santa_Maria_di_Corte_(01).JPG



Sailko da commons.wikimedia.org



 


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa