Santuario di Santa Maria della Fontenuova

Storia:



La Chiesa nacque su iniziativa del Granduca Ferdinando I De’ Medici e sorge sul luogo dove trovava posto un tabernacolo risalente al 14esimo secolo, raffigurante la Vergine con il Bambino ed i Santi, nello specifico Sant’Antonio Abate, San Vito, San Sebastiano e San Giuliano lo Spitaliere.



Il Santuario deve la sua costruzione anche ad una serie di Apparizioni ed Eventi Miracolosi.



Infatti, si sostiene che nel giugno del 1573, Jacopina Mariotti, una giovane pastorella locale, si fermò come d’abitudine davanti al piccolo altare per pregare la Madonna. Nel frattempo la giovane perse di vista il suo gregge. Quando si rialzò per rincasare non trovò nessuna delle sue pecore, allora la pastorella corse piangendo verso l’immagine della Vergine e pregò per ritrovare il gregge. Si dice che la giovane vide l’immagine animarsi e indicargli dove le pecore si erano riunite.



Jacopina disse al Rettore di San Niccolao che la Santissima Vergine aveva chiesto la costruzione di una Chiesa al posto del piccolo altare già presente.



Appena la notizia divenne di dominio pubblico, molti furono i fedeli che si recarono a visitare la Madonna, anche dai paesi vicini. Si decise allora di costruire un tabernacolo attorno alla Sacra Immagine, si penso anche di celebrare il miracoloso avvenimento con una processione il 9 giugno di ogni anno.



Il 10 giugno 1602, Pietro Fanciullacci, fattore del Granduca di Toscana, vide una serie di persone raccolte in preghiera davanti al tabernacolo, l’uomo dall’alto del suo cavallo cominciò a deridere il gruppo e la loro fede. Dopo poco il Fanciullacci venne colpito da improvvisa cecità.



Pentendosi della sua mancanza di fede, corse verso il tabernacolo e supplicò la Madonna di restituirgli la vista, la Santissima Vergine gli fece la grazia di esaudire la supplica.



Da quel momento Fanciullacci dedicò la sua vita interamente alla Madonna, devozione dimostrata anche durante la costruzione del Santuario.



La Vergine però è stata protagonista di un altro evento nello stesso anno. Infatti, l’estate di quel periodo fu particolarmente afosa e da mesi non si vedeva la traccia di pioggia, ciò rese la terra arida ed asciutta. Il 7 luglio, mentre davanti alla Sacra Immagine della Madonna si stava celebrando Messa, improvvisamente una grande quantità di acqua sgorgò dal suolo. I presenti ne bevvero quasi subito e notarono che l’acqua era fresca, chiara e buona, la voce si sparse e molti fedeli accorsero per ammirare questo evento.



Ancora oggi, nonostante siano passati più di quattro secoli, arrivano fedeli da ogni dove per visitare la cripta dove è attualmente custodita la sorgente assieme alla vasca degli infermi.



Nel 1974 Papa Paolo VI elevò il Santuario alla dignità di Basilica Minore.



Struttura:



Il Santuario è stato costruito secondo i dettami del barocco toscano, meglio noto come tardomanierismo, i lavori si conclusero in soli 3 anni (1602-1605). Negli anni a venire si effettuarono diversi arricchimenti, partendo dall’affresco della lunetta centrale da parte di Ventura Salimbeni (noto anche con il nome di Cavaliere Bevilacqua).



Il pittore toscano Giovanni da San Giovanni, si occupò nel 1630 di realizzare una serie di quattordici lunette raffiguranti le scene dei Miracoli della Madonna di Fontenuova. Numerose opere sono presenti all’interno del Santuario, si parte dalle tre tele contenute nel soffitto ligneo realizzato da Giovanni Desideri fino al crocifisso d’avorio ad opera di Jean de Boulogne, conosciuto in Italia come Giambologna.



 



Fonte Immagini: Sailko da commons.wikimedia.com


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa