Santuario Madonna del Frassino

Ordine del Santuario: Frati Minori

Storia:  Il santuario della Madonna del Frassino venne edificato a seguito di una prodigiosa apparizione mariana risalente al 1510. Si narra che l’11 maggio di quell’anno un contadino del luogo invocò l’aiuto della Madonna per scampare all’aggressione di un serpente; alzando gli occhi al cielo vide sopra un frassino una statuetta raffigurante la Vergine Maria avvolta nella luce. Immensamente grato del provvido intervento, il contadino prese la statuetta e la portò a casa per custodirla in un robusto cassettone raccontando solo ai suoi familiari quanto gli era accaduto. Ben presto la notizia si diffuse nelle contrade vicine e tutti chiesero al contadino di poter ammirare la preziosa “Madonnina “ che lo aveva salvato; il contadino andò ad aprire il cassettone, ma la statuetta non c’era più… era ritornata sul frassino del prodigio!
Le autorità ecclesiastiche andarono al Frassino a verificare l’origine del fenomeno religioso e decisero di far trasportare l’immagine sacra, con processione solenne, a Peschiera per custodirla e verificare meglio gli sviluppi della vicenda. L’afflusso dei fedeli continuò copioso fino a quando, un giorno, la statuetta sparì dal tabernacolo in cui era custodita… per tornare sul Frassino dell’apparizione.
I fedeli decisero di costruire una modesta cappella che venne affidata alla custodia dei Servi di Maria che vi rimasero solo qualche anno.Il comune di Peschiera decise allora di invitare i Frati Minori che edificarono la chiesa della “Madonna del Frassino”, così chiamata sin dal 1514.
Con un Breve Pontificio datato 14 gennaio 1518, Papa Leone X concesse ai Frati minori di costruire un convento accanto al Santuario “perché l’immagine miracolosa, apparsa su un frassino alle porte di Peschiera e già celebre per miracoli, sia custodita e governata da religiosi di vita esemplare”.
Per tre secoli il popolo accorse da ogni parte per chiedere grazie e per ringraziare la Madonna miracolosa, invocata nei primi anni come “Madonna delle Grazie”, e per lasciare tavolette votive.
A causa della legge di soppressione e dell’occupazione dei Francesi, nel 1810 i Frati Minori vennero allontanati dal Santuario che conobbe così il suo periodo più buio.
Nel 1898, passata la bufera, i Frati Minori vennero richiamati ad officiare il Santuario che riprese così il suo antico splendore, aumentando la pietà e la venerazione verso la Vergine.
Nel 1930  il Capitolo Vaticano concesse l’Incoronazione della piccola Statua della Madonna.
Nel 1933, per unanime richiesta dei parroci e dei sindaci delle terre del Lago, la Madonna del Frassino venne proclamata Regina del Garda.


Santo del Santuario:  Madonna del Frassino

Da vedere: La Statuetta dell’Apparizione: in terracotta, alta circa 14 cm, raffigurante la Vergine avvolta da una lunga veste che scende fino a coprirle i piedi. La Madonna, che sul capo porta una corona di Regina,  stringe con la sua destra il Bambino al seno mentre con la sinistra raccoglie il manto dinnanzi a sé.

Servizi: Un sacerdote è sempre a disposizione per le confessioni


Utility: Il Bollettino del Santuario "La regina del Garda"


Prodotti: negozio di articoli religiosi all’interno del chiostro

Esperienze spirituali: Affidamento alla Madonna del Frassino di bambini, famiglie e sposi novelli
Prenotazione SS. Messe e richiesta di Benedizioni

Festività significative: 11 Maggio, Festa dell’Apparizione della Madonna del Frassino
II domenica di settembre, anniversario dell’Incoronazione della Madonna, Regina del Lago di Garda

Libro Consigliato: La Madonna del Frassino. Guida alla visita - S. Lodi
La Madonna del Frassino. Cinquecento anni di storia e d'arte- a cura di S. Lodi e G.M. Varanini


Orari Messa e ufficio:
Apertura Santuario
ora legale: 6.30-12.00, 14.30-19.30
ora solare: 6.30-12.00, 15.00-19.30

Sante Messe
Giorni Feriali: ore 7.30, 9.00, 18.30
Giorni Prefestivi: ore 18.00
Giorni Festivi:  ore 7.00, 8.30, 10.00, 11.30, 17.30**, 19.00**, 17.00*, 18.30*
ora solare*, ora legale**

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa