Santuario Nostra Signora della Guardia Castiglione Chiavarese - Guardia

Storia:



La tradizione narra che nell’agosto del 1490, la Santissima Vergine Maria, apparve ad un umile contadino, il nome di questo uomo era Benedetto Pareto, la Madonna gli chiese di edificare una Cappella sul monte. All’inizio l’uomo dovette scontrarsi con i pregiudizi dovuti alla sua semplice origine, fino al giorno in cui dopo una caduta dall’albero che lo aveva immobilizzato, venne guarito miracolosamente dalla Santissima Vergine. In seguito (1507) venne affidata alla Parrocchia di Livellato, e negli anni 1528-1530, vista la grande mole di fedeli, fu costruito il primo Santuario. Poi nel 1890 venne edificata la Basilica come la vediamo oggi.



Tra l’altro nelle immediate vicinanze della Cappella c’erano delle abitazioni adibite ad Ospizio dei Pellegrini, nel 1785 alcuni donatori privati aggiunsero altri stabili per accogliere la mole crescente di fedeli.



 



Santuario:



La Basilica, costruita nel tardo ottocento è stata progettata dall’ingegnere Guglielmo Calmieri, è una chiesa a croce latina a tre navate.



Attraversando la navata centrale e osservando la controfacciata si notano gli affreschi di Antonio Giuseppe Santagata che raffigurano la vita della Vergine.



Alzando lo sguardo verso la cupola invece, si vede la Vergine circondata dai Santi protettori della Repubblica di Genova, tali affreschi, vanno attribuiti al pittore bergamasco Pasquale Arzuffi.



Proseguendo questa passeggiata ed arrivando fino all’altare, si staglia un tempietto disegnato dal Richini contenente una scultura del 1894 di Antonio Canepa, che raffigura la Madonna della Guardia.



Ci sono due cappelle laterali (una dedicata a S. Giovanni Battista e l’altra a S. Giuseppe) e dal transetto parte la suddivisione di altre due cappelle, in quella di destra è posto un altare dedicata alla Santa Giovanna Beretta Molla, adorna di fiocchi rosa e celesti offerti da numerosi genitori che affidano i loro figli alla protezione della Madonna della Guardia. A sinistra invece si può entrare nella sala degli ex-voto.



Nel 1990 venne celebrato il cinquecentenario e Giovanni Paolo II venne a Genova per affidare alla città l Madonna della Guardia.



Nel 2008 Papa Benedetto XVI insignì il Santuario della Rosa d’oro.



Nel maggio del 2017, Papa Francesco ha visitato il Santuario ed ha condiviso il pranzo con un gruppo di poveri, detenuti e rifugiati.



 



 



 



Foto ricavate da Wikipedia



Si ringraziano gli autori: Umberto Fistarol e Bbruno


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa