Santuario di San Francesco da Paola

La Storia
Verso la fine del XVII secolo la Congregazione di S. Francesco di Paola, fondatore dei Frati Minimi, fu ospite della Cappella S. Maria de Armeniis, in Matera, dove venne dedicato un altare al Santo. Soppressa la cappella e ingranditasi la città si rese necessaria la costruzione di una nuova Chiesa, iniziata nel 1774. Fu eretta la Chiesa con una navata e quattro vani ad arco con quattro altari. Fu costruito l'altare con la nicchia del Santo, fu adornata di stucco l'intera Chiesa e nel 1791 fu completata la facciata. Nel secolo successivo fu necessario ampliare nuovamente la Chiesa, allargando la parta absidale per formare una croce latina. Furono costruiti 4 archi sui quali si è elevata la cupola semisferica.

Il Santuario
Nel 1867 furono costruiti gli stalli in legno del vicino Monastero dell'Annunziata, che fu soppresso. Nel 1884 venne costruita e posta nella cappella del Santo una nuova statua in terracotta di S. Francesco di Paola. Vennero inoltre costruiti gli altari in marmo: sulla sinistra si trovano l'altare di S. Michele e di S. Teresa d'Avila, sulla destra Maria Addolorata con nicchia e statua lignea, e Maria Immacolata, con tela dipinta nel 1776 da Bonamassa. Sopra la posta della sacrestia una cornice ovale dorata con una tela raffigurante S.Anna, S. Gioacchino e Maria Bambina; sopra la nicchia dell'Immacolata, l'Annunciazione dell'Angelo a Maria, entrambe della metà del 1700. Ai lati della cupola i simboli del quattro Evangelisti, opera di Francesco D'aNtona (1894). Le vetrate artistiche raffigurano miracoli ed episodi della vita del Santo. Nell'abside si trovano sei affreschi di Salvatore Cozzolino, anch'essi raffiguranti miracoli ed episodi della vita del Santo (1930).

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa