Santuario Nostra Signora dell’Oliveto

Il Santuario Nostra Signora dell’Oliveto è situato poco fuori il centro abitato di Chiusavecchia. 



Secondo la tradizione e devozione popolare, una primitiva cappella fu costruita a seguito di una apparizione della Vergine Maria ad alcuni cittadini dietro un albero di ulivo. 



Essa disse loro di erigere un edificio di culto per la manifestazione mariana. 



Tra il XIII e il XIV iniziò una prima costruzione della Chiesa. 



In un testamento del 1524 viene citato il lascito del patrimonio di un nobile locale al Santuario. 



Grazie a questo denaro, l'edificio subì una parziale se non totale ricostruzione, ultimata intorno al 1619.  



La struttura successimanete fu ulteriormente modificata con la divisione a tre navate sostenute da pilastri inglobanti le antiche colonne cinquecentesche. 



Sopra al presbitero venne edificata la cupola. 



Sull'altare maggiore si può notare l'immagine venerata della Madonna, incoronata nel 1846. 



Le decorazioni e gli affreschi sono opere del Riccardo Piccardi, detto il Veneziano.



Costui dipinse gli interni rappresentando episodi di vita della Vergine Maria e celebri apparizioni. 



La tradizione popolare attribuisce alla devozione per la Madonna dell'Olivo diversi avvenimenti e fatti considerati dei veri e proprio miracoli, come la preservazione dal colere negli 1835 e 1837 oppure la liberazione delle cavallette alla fine del XVII secolo.  



Ringrazio per le foto Donatella Zannini 



 


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa