Santuario Santa Maria Addolorata

La Storia

La cappella laterale in fondo alla navata destra della Cattedrale di Caserta è contemporanea alla stessa Cattedrale (1822), accoglieva una statua lignea della Vergine Addolorata, del XVIII secolo. Intorno ad essa si sviluppò sul finire del secolo scorso una vasta e sentita devozione. Il culto si sviluppò notevolmente in seguito a un presunto movimento degli occhi della statua e soprattutto all'impulso dato alla devozione dal Vescovo Mons. Gennaro Cosenza. Il 9 ottobre 1898 il Simulacro fu solennemente incoronato da parte del Capitolo Vaticano e il 19 settembre 1948 ci fu una nuova incoronazione. La cappella fu dichiarata Santuario diocesano nel 1902.


Il Santuario

La Cappella fu abbellita e ornata per accogliere l'immagine incoronata e circondata da una corona di stelle d'oro che sovrasta un prezioso altare policromo. Una prima parte ornata con capitelli marmorizzati di stile corinzio e abbellita con simboli mariani è chiusa da una cupola con lucernario. La seconda parte accoglie l'altare sovrastato da una edicola di legno dorato di fine '800. Abbelliscono l'altare, nelle festività religiose, uno splendido paliotto d'argento, candelieri e reliquiari di artisti napoletani.

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa