Santuario Madonna del Boden

La Storia

Al principio del secolo XVI sui monti di Ornavasso, nella regione detta Boden, era molto venerata ed invocata la Vergina dipinta sul muro di una cappelletta. La sera del 7 settembre 1528, poco sopra il Boden, una pastorella, Maria della Torre, si addormentò mentre custodiva il gregge. Svegliatasi a notte avanzata e timorosa per la perdita del bestiame, si mise a piangere ed invocò il soccorso della Madonna. Improvvisamente la cappelletta fu circondata da una luce prodigiosa, luce che accompagnò la pastorella fino al paese. Colpito dall'avvenimento miracoloso il popolo, già commosso per altre grazie e prodigi, eresse una piccola Chiesa in onore della Natività di Maria Santissima. Due anni dopo, l'8 settembre 1530, si iniziò a celebrare la festa della Madonna del Boden, detta anche "Madonna dei Miracoli". La sacra immagine fu incoronata una prima volta nel 1868 da Mons. G.F. Gentile e una seconda nel 1921 da Mons. G. Gamba. Per facilitare l'afflusso frequente dei pellegrini si aprì la strada carozzabile negli anni 1892-96.

Il Santuario

L'effigie della Madonna del Boden rappresenta Maria come seduta su un trono d'amore, con il Bambino Gesù stretto al braccio destro e posato sul suo grembo. Il Bambino con la destra regge il globo del Mondo e con la sinistra alzata sembra accarezzare la Madre, mentre ha gli occhi rivolti agli astanti.

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa