Un arcobaleno di voci bianche inneggia alla pace

di Pubblicato in Approfondimenti, News

Chi segue il cammino della verità non inciampa” scriveva il Mahatma Gandhi..Verità e purezza si leggono negli occhi dei bambini protagonisti di “Arcobaleno”, il primo lavoro completo anche di videoclip realizzato coinvolgendo gli alunni della classe II B della scuola “Rodari” di Ancona.

Il progetto musicale, curato dal music producer cristiano Marì, è nato durante i Mariworship Labs, laboratori di songwriting, registrazione audio e video pensati anche per le scuole, all’interno di percorsi formativi ad hoc finalizzati alla conoscenza e all’integrazione sociale. “Anche se c’è stata tristezza, se ci sono stati fiori sporcati dalla guerra, ora sono felice e ancora canto e corro a piedi nudi sulla spiaggia insieme a mio fratello…”: il testo di questa canzone inedita e originale è il frutto delle riflessioni toccanti sul senso della vita, della pace e della fratellanza emerse spontaneamente dai bambini stessi, segno vivo della loro disarmante innocenza e genuinità.

Un messaggio di speranza si leva dalle voci bianche di questo coro che nella fresca purezza dei sette anni di età testimonia il desiderio naturale a conoscersi ed incontrarsi attraverso la musica. Parole, sentimenti e note musicali si uniscono, divenendo un volano straordinario per crescere insieme e costruire fin da piccoli una società aperta al dialogo, anche in un contesto multiculturale. “Arcobaleno“, il titolo del brano, è venuto alla luce grazie a quella “cultura dell’incontro” che accomuna tutti indistintamente, riportando gioia e luce persino dopo un temporale. Indipendentemente da etnie, culture e religioni diverse il desiderio di pace e di amore è un bisogno potente che va al di là di ogni divisione sociale e culturale.

Forse la bellezza di questo brano è tutta qui: nella profondità degli sguardi che sembrano chiedere tutto il mondo senza pretendere niente, nell’intensità degli occhi che vorrebbero solo essere guardati con il cuore. Il cuore è l’unico luogo dove forse esiste ancora un’anima, perché si sa “non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”. A quanto pare uno degli migliori insegnamenti che ci ha lasciato Antoine de Saint Exupèry è ancora molto attuale..

 

Per ascoltare e scaricare il singolo “Arcobaleno”: http://www.mariworship.com/mariworship-kids

Autore: Benedetta Grendene

Maturità classica presso il Liceo “Giacomo Leopardi” di Recanati, laurea in “Economia per le arti, la cultura e la comunicazione” presso l’Università “Luigi Bocconi” di Milano, giornalista pubblicista.