Madonna del Rosario, l’origine del culto

di Pubblicato in Uncategorized

Madonna del Rosario

Oggi 7 ottobre, si celebra la Madonna del Rosario, una delle tradizioni più famose ed importanti per la Chiesa Cattolica. In questa raffigurazione, Maria porta una veste azzurra e regge in mano una corona del Rosario.

Tale rappresentazione è divenuta frequente in seguito alla Controriforma e riprende l’iconografia della Madonna della cintola.

Le origini della Madonna del Rosario risalgono agli inizi del 1200 e sono attribuite all’apparizione di Maria a San Domenico nel convento di Prouille in Francia. La festa venne invece istituita più di tre secoli dopo, a perenne memoria della vittoria nella Battaglia di Lepanto, avvenuta proprio il 7 ottobre del 1571, contro la flotta navale turca.

La Madonna come portatrice di Pace

Da quella storica vittoria, molte vennero attribuite alla Madonna del Rosario, una delle più importanti è legata alla battaglia di Vienna, avvenuta il 12 settembre 1683. Da Pio XII fino a Giovanni Paolo II, l’aspetto legato alle battaglie venne superato, ponendo come aspetto fondamentale delle celebrazioni la Pace.

Lo stesso Wojtyla scrisse nell’ottobre del 2002 una Lettera Apostolica legata all’evento, la “Rosarium Virginis Mariae” legando in maniera definitiva ed indissolubile la Pace alle celebrazioni in onore della Madonna del Rosario, ricordando che non stiamo parlando di armi, ma di una potente “forza” ed “una risorsa non trascurabile nel corredo pastorale di ogni buon evangelizzatore”.

L’amato pontefice polacco, ricorda inoltre che il Rosario non è un amuleto od un oggetto magico, ma uno strumento utile a riscoprire la preghiera e meditare sui misteri della salvezza.

Le congregazioni dedicate

La devozione nei confronti della Madonna del Rosario ha portato alla creazione di numerosi istituti religiosi, dalle Suore Domenicane di Pompei a quelle canadesi di Nostra Signora del Santo Rosario, senza dimenticare le congregazioni in Palestina e Sri Lanka.

Autore: Andrea Bevilacqua

Nato ad Ancona nel 1990, Diplomato in Ragioneria presso l'Istituto Tecnico Commerciale "Grazioso Benincasa". Grande appassionato di storia, cultura e scrittura.