Santuario della Madonna delle Grazie

Storia:



Nasce nel 1584 come Cappella protettiva per l’altare interno della Chiesa di San Maurizio, successivamente nel 1755 venne costruito il Santuario, in seguito è stato adattato alle leggi Vaticane per renderlo come è conosciuto oggi. La chiesa edificata è a croce latina e dalla cupola si staglia una Statua della Beata Vergine Maria e poggia sul colle di San Martino, permettendo una vista a tutto tondo delle bellezze della città.



Santuario:



Il Santuario è posto sulla collina di San Maurizio, circondato da una pineta e comunica con la città sottostante attraverso via Principi d’Acaja e via De Amicis. La facciata è retrostante rispetto alla chiesa, e il sacrato a sbalzo fornisce una visuale splendida della città, della Rocca di Cavour e dell’arco alpino piemontese.



Lo stile rinascimentale che lo contraddistingue non è stato esente da svariate modifiche, come le aggiunte di una balaustra e dell’altare in marmo nel 1832 e il rifacimento della facciata in Marmo di Carrara con l’effige in alto rilievo della Beata Vergine Maria nel 1869.



Inoltre, nel 1910 l’architetto Stefano Cambiano progettó il rifacimento della facciata da rivolgere verso il piazzale antistante.



Dall’interno invece si può notare un’opera risalente al 15esimo secolo che raffigura la Vergine, avvolta da un mantello azzurro che tiene in braccio Gesù bambino, mentre nella mano sinistra sorregge un globo terrestre e con la destra benedice.



Da notare altresì a lato della Chiesa la numerosa quantità di doni ex-voto, in alcuni casi si parla di opere d’arte popolare.



 



Per le immagini si ringrazia :



Iron Bishop Wikimedia Commons



Mattis wikimapia.org


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa