Santuario della Madonna della Consolazione o di Montemisio - Rotella

Storia:



La Chiesa venne costruita dai Monaci Farfensi, sulle rovine di un tempio pagano intitolato alla Dea Artemide o Artemisia.  Inizialmente si venerava la Vergine della Cintura, ma in seguito la devozione passò alla Madonna della Tempera (per richiedere l’acqua di cui i campi avevano bisogno). Una storia popolare racconta di una lunga siccità che minacciava il raccolto, per porre rimedio a questa incombenza, i fedeli decisero di tenere una processione per richiedere alla Santissima Vergine di proteggere e salvare i loro raccolti con una ricca pioggia. Appena i cittadini portarono fuori la Statua della Vergine, il cielo si adombrò e iniziò un’abbondante precipitazione piovosa.



Nel 18esimo secolo, l’edificio venne ristrutturato e venne dedicato alla Madonna della Consolazione. La Cappella è a singola navata, dotata di pavimento in cotto e di un altare in travertino. Dal giardino si nota immediatamente una quercia plurisecolare (400 anni) alta oltre i 23 metri, e di conferenza superiore ai 5 metri.



Il 15 agosto si festeggia la Vergine e la zona si arricchisce di fedeli ed escursionisti per partecipare all’escursione lungo il Sentiero dei Santuari.


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa