Chiesa di Santa Elisabetta - Collegno

Storia:



Commissionata dall'imprenditore Napoleone Leumann all'Ing. Pietro Fenoglio, uno dei più grandi esponenti dello stile Liberty a Torino, nonostante la maestria dimostrata con tale stile architettonico, alcuni elementi sono di chiaro riferimento neo-romantico.



Le maestose vetrate mostrano ancora chiaramente lo stile Liberty che contraddistingue l'edificio, per la realizzazione di tali opere si ricorse alla maestria di un'equipe di pittori, sapientemente diretti da un collaboratore storico di Fenoglio, il Prof. Smeriglio da Poirino.



Spiccano ad uno primo sguardo la presenza dei due campanili nella facciata d'ingresso, come numerose Chiese presenti oltralpe, edificate in epoca Carolingia. Anche la grande finestra sulla facciata, non può sfuggire agli occhi, quest'opera è strettamente legata ad un linguaggio tipico dell'Art Nouveau.



Combinando i sopracitati fattori, si può certamente dire che il progetto dell'Ingegnere piemontese ha unito con sapienza e gusto diversi stili.



 



 


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa