Santuario Basilica di San Lorenzo fuori dalle mura

Ordine del Santuario: Francescano dei Frati Minori Cappuccini

Storia: La basilica di San Lorenzo fuori dalle mura fu eretta del IV secolo ad opera dell'imperatore Costantino I vicino alla tomba del martire Lorenzo. Sopra la tomba del martire fu costruito un piccolo oratorio, rimpiazzato in seguito dalla nuova chiesa all'epoca di papa Pelagio II (579-590). La Basilica maior costantiniana, che un lungo periodo fu dedicata alla Madonna mantenne comunque la "basilica minore", pelagiana. Papa Onorio III iniziò grandi lavori di ampliamento della basilica di Pelagio II, allungando la chiesa verso ovest. La nuova basilica è decorata da affreschi che illustravano la vita di san Lorenzo e di santo Stefano, il primo martire cristiano, sepolto sotto l'altare maggiore insieme al santo titolare della chiesa. La basilica di San Lorenzo fuori le Mura fu sede del patriarca latino di Gerusalemme dal 1374 al 1847.

La chiesa subì trasformazioni nel periodo barocco, ma le aggiunte furono eliminate con il restauro dell'architetto Virginio Vespignani tra il 1855 e il 1864. Dopo seconda guerra mondiale la basilica fu ricostruita e restaurata con il materiale originale: i restauri, terminati nel 1948, permisero l'eliminazione di strutture aggiunte nel XIX secolo, tuttavia gli antichi affreschi della parte superiore della facciata erano irrimediabilmente perduti.

In origine il 4 luglio 1709 con il decreto del cardinale vicario Gaspare Carpegna “De cuiuslibet statuta” la chiesa divenne parrocchia ed affidata ai Canonici Regolari Lateranensi. In seguito nel 1855 divenne dei cappuccini.

Con gli ultimi scavi del 1957 sotto la basilica si portarono alla luce numerosi ambienti e cripte, i resti antichi della basilica costantiniana.

Santo del Santuario:  San Lorenzo

Da vedere: Il chiostro romanico, i sarcofagi, le lapidi nel Peristilio,

Utility: sala conferenze ed area di preghiera

Esperienze spirituali: Esistono spazi riservati per la preghiera e per l’adorazione.

Festività significative: 10  agosto

Libro consigliato: Ciranna Simonetta – “Spolia e caratteristiche del reimpiego nella Basilica di San Lorenzo fuori le Mura a Roma”  ed. Editrice Dedalo Roma

Curiosità: L’iscrizione, che si trova sull’arco dell’ingresso alla cappella è del secolo XVII, ricorda con chiarezza questo privilegio, concesso dai Sommi Pontefici.

D. O. M.   HAEC EST TUMBA ILLA TOTO          ORBE TERRARUM COELEBERRIMA

EX COEMETERIO S. CIRIACAE MATRONA      UBI SACRUM SI QUIS FECERIT PRO DEFUNCTIS

EORUM ANIMAS E PURGATORII POENIS        DIVI LAURENTII MERITIS EVOCABIT.

A Dio Ottimo Massimo. Questa è la tomba, per tutto il mondo molto celebrata, nel cimitero della matrona S. Ciriaca, dove chiunque offra il Sacrificio per i defunti, libererà, per i meriti di S. Lorenzo, le loro anime dalle pene del purgatorio.

Orari Messa e ufficio: feriale ore  8,00 - 18,30 ; festivo ore  9,30 - 11,00 - 18,30 - Adorazione  Eucaristica ogni giovedì: ore 21,00 - Vespri ore 18,30     Orario Ufficio Parrocchiale ogni giorno ore 9,00-12,00

 

 

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa