Santuario Basilica di San Pancrazio - Roma

Ordine del Santuario: Carmelitani scalzi.

Storia: Nei pressi di porta Aurelia, a Monteverde, si trova l’antica basilica martiriale paleocristiana di San Pancrazio, all’interno in un’area funeraria all’aperto. La sua storia è piuttosto articolata e in alcuni punti ancora misteriosa. Esistono quattro aree cimiteriali cristiani che corredarono le due vie Aurelie, la Vetus e la Nova, quello di S. Pancrazio sulla Vetus fu senza dubbio il più importante. La basilica di San Pancrazio fu costruita per volere di papa Simmaco (498-514) sul luogo di sepoltura del martire. Il suo culto era già vivo nel VI secolo, durante le guerre greco-gotiche del 535-553, la porta dell’Aurelia Vetus viene chiamata porta San Pancrazio, nome rimasto costante fino ai nostri giorni. Nel VI secolo, viene elaborato il racconto edificante della passione della fine del giovane martire al tempo delle persecuzioni diocleziane nel maggio del 304, quando quattordicenne Pancrazio, rimasto orfano, era giunto a Roma dalla Frigia, con lo zio Dioniso. I due si erano convertiti al cristianesimo quando a Roma Dioniso cadde vittima delle persecuzioni. Pancrazio venne portato di fronte al giudizio dell’imperatore Diocleziano, davanti al quale non mostrò alcun timore e rifiutando il culto degli dei fu condotto al martirio. Ottavilla, una donna cristiana recuperò il corpo lasciato lungo la via Aurelia, riuscendo a dargli una sepoltura cristiana nel vicino cimitero, era il 12 maggio del 304. La Basilica fu costrruita per volontà di papa Simaaco intorno al 500 sul luogo della sepoltura del martire.

Santo del Santuario: San Pancrazio.

Da vedere: Le due catacombe la prima quella della matrona Ottavilla la seconda di San pancrazio accessibile al pubblico.

Utility: I Padri visitano le persone malate il primo venerdì del mese dalle 10.00 alle 12.00 con previa segnalazione.

Esperienze spirituali: si può raccogliersi in preghiera nelle catacombe, molto suggestive, con affreschi della Tribuna del pittore Antonio Tempesta.

Festività significative: 12 maggio San Pancrazio.

Libro consigliato: Antonio Palumbo “Sulle orme di San Pancrazio - culto Basilica Catacombe” ed OCD 2004.

Curiosità: Nelle catacombe esiste un’immensa necropoli sotterranea a più piani, con una contorta rete di interminabili gallerie alcune regolari, altre sinuose, che sembrano ricongiungersi. Angoli bui pieni di mistero, improvvise deviazioni e dislivelli, gruppi di cunicoli, rozzi arcosolii, graffiti, tracce antiche di pitture, un’infinità di loculi di ogni grandezza allineati lungo le pareti irregolari. Una serie di scale conduce alla Cappella detta “botrus”, nella quale si celebravano i misteri cristiani.

Orari Messa e ufficio: feriali e prefestivi 7:30, 9:00,18:00 festivi 8:30, 10:30, 12:00, 17:30, 19:00; segreteria parrocchiale 9.30 – 12.00, 16.30 -19.00

 

 

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa