Santuario Convento di San Silvestro

Ordine del Santuario: Carmelitani Scalzi

Storia: Il prestigioso convento di San Silvestro si trova a pochi chilometri da Castel Gandolfo, dal lago di Albano e dai Castelli romani, nella zona più alta di Monte Compatri. La sua storia inizia alla metà del quattrocento, anche se una buona parte del complesso architettonico sia della seconda metà del seicento. Il convento di Monte Compatri, fondato nel 1605, prende il nome da San Silvestro I Papa, molto venerato in questi luoghi.

I Francescani si stabilirono per primi alle falde del colle; allora già proprietà dei Canonici Regolati e della Sede Apostolica, il convento passò a don Tommaso Avallos che lo donò ai Padri Carmelitani Scalzi. Abitato da santi religiosi, trai quali il Padre Giovanni di Gesù Maria, le cui spoglie incorrotte sono custodite in una cappella all'interno della chiesa.

All’interno della chiesa si trovano le spoglie del Beato Giovanni di Gesù Maria da Calahorra, teologo e mistico carmelitano. A Roma diventò maestro di novizi nel convento di Santa Maria della Scala e fu eletto nel 1611 generale dei carmelitani scalzi, ritirandosi a Minte Conpatri nel 1614. Il Santuario possiede dei preziosi dipinti di scuola manieristica e caravaggesca. Accanto al complesso religioso si trova una gradevole chiesetta della Madonna del Castagno, con racchiusa la preziosissima immagine della Madonna, venerata da sempre e da sempre meta di pellegrinaggi da tutto il mondo. I monticiani la venerano particolarmente per le grazie dispensate nel corso di centinaia d’anni, soprattutto durante il periodo del colera.

Santo del Santuario:  San Silvestro

Da vedere: La pinacoteca del Convento possiede pregevoli dipinti di scuola manierista e caravaggesca.

Servizi: Sala congressi e convegni.

Prodotti: Prodotti tipici dei Carmelitani, amari, liquori, erboristeria, creme, mele ed altri prodotti della terra.

Esperienze spirituali: Nel santuario Convento si possono seguire esercizi spirituali, ritiri, sessioni e corsi, giornate di studio e capitoli di congregazioni, oltre che esperienze di vita e di ricerca devozionale. Sono attive anche sedute di preghiera ed incontri di formazione cristiana e sociale.

Festività significative: 16 luglio: Beata Vergine Maria del Monte Carmelo. La seconda domenica di settembre festività della Madonna del Castagno. 31 dicembre San Silvestro.

Libro consigliato: Graziano Pasenti, “Storia del Carmelo Teresiano”, ocd Roma 2010

Curiosità: Originariamente il Santuario Convento di San Silvestro aveva tre altari, ai quali furono aggiunti un piccolo altare in onore della Madonna del Carmine e nel 1926 la grande cappella in onore di Santa Teresa di Gesù Bambino a ricordo della sua canonizzazione.

Orari Messa e ufficio: feriale: 8.00; festivo: 8.00, 10.00, 12.00, 17,00

 

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa