Santuario Basilica San Valentino

Ordine del Santuario: Carmelitani

Storia: Dopo la morte di San Valentino, avvenuta per decapitazione, il suo corpo fu trasportato a Terni e sepolto nel luogo dove sorge l’odierna Basilica. Originariamente in questa zona si trovava un cimitero pagano nel quale venne eretta una prima basilica che nel corso dei secoli subì distruzioni e riedificazioni.

La facciata è seicentesca con un elegante portale e un grande finestrone centrale ristrutturati nel 1854.
L’interno è a navata unica, decorata con capitelli che sostengono un architrave dentellato. Nei muri laterali troviamo due cappelle per lato con eleganti altari di marmo seicenteschi e pitture a olio su tela del XVII secolo.
Nel Coro c’è un piccolo altare che racchiude un dipinto ovale su tela raffigurante il Martirio di San Valentino.

Sotto l'altare maggiore è posta una ricca urna del 1696, che racchiude il corpo del Santo, mentre a fianco si trova il dipinto “La Madonna appare a San Valentino” nel quale è visibile sullo sfondo un immagine della città di Terni.

Santo del Santuario: San Valentino

Da vedere: Al piano inferiore della Basilica di San Valentino è stato allestito un piccolo Museo dove sono stati collocati alcuni reperti archeologici risalenti all’epoca romana. Nel XVI secolo fu rinvenuta una cassa marmorea con all’interno alcuni resti riconducibili a San Valentino. Nel Museo sono presenti numerose epigrafi del II secolo d.C., casse marmoree, colonne doriche e una piccola muratura a secco dell’originario cimitero prima pagano e poi cristiano di San Valentino.
Il Museo viene aperto ai pellegrini e ai visitatori in occasione delle visite in Basilica.

Servizi: E’ possibile prenotare online la visita alla Basilica di San Valentino. La visita, con l'accompagnamento di una guida turistica, dura circa 1 ora.
Si organizzano ritiri spirituali senza date prefissate: i gruppi di pellegrini o le coppie di innamorati che desiderano trascorrere un periodo di riflessione e di preghiera vengono accolti in Basilica per trascorrere un sereno periodo di raccoglimento spirituale.

Esperienze spirituali: Visitando il Santuario ci si può raccogliere in preghiera avanti l’urna che racchiude il sacro corpo di San Valentino.

Festività significative: 14 Febbraio Festa tradizionale con processione lungo le strade della città e con celebrazioni eucaristiche. Immancabile la storica Fiera di San Valentino che si tiene lungo le vie della città non lontano dalla Basilica.

Libro consigliato: San Valentino di Terni. Storia, tradizione, devozione di Maurizio Schoepflin, Linda Seren

Curiosità: Valentino è considerato il patrono degli innamorati grazie a una leggenda: si narra che fu il primo religioso a celebrare l'unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana. San Valentino nacque a Terni nel 175 d.C. e divenne vescovo della città, battendosi per la comunità cristiana ai tempi molto perseguitata da Roma. Per la sua attività Valentino venne martirizzato e nel 496 d.C la Chiesa istituì la festa di San Valentino, per celebrare l'amore, il santo e sostituire la festa pagana dei lupercalia (donne e uomini mettevano in un’urna i propri nomi e un bambino li estraeva a caso per formare coppie che vivevano insieme per un anno intero).

Orari Messa e ufficio: ESTIVO: Feriali: 7.45 – 18.30 Festivi: 8.00 – 10.00 – 11.30 – 18.30 INVERNALE: Feriali: 7.45 – 17.30 Festivi: 8.00 – 10.00 – 11.30 – 17.30
Mese di Febbraio: 7.00 – 8.00 – 9.00 – 10.00 – 11.00* - 16.00 – 17.00 – 18.00 – 19.00
* Solenne Pontificale

Orari Basilica: Feriali: 6.30/12.00 – 15.30/fine Santa Messa serale Festivi: 7.00/12.00 – 15.30/fine Santa Messa serale

Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa