Santuario del Volto Santo

Ordine del Santuario: Frati Minori Cappuccini.

Storia: Il Santuario del Volto Santo deve il suo nome al prezioso Velo che raffigura il Volto di Gesù Cristo conservato nella chiesetta dei Cappuccini. Secondo una tradizione popolare, nel 1506, un pellegrino sconosciuto consegna al medico Giacomo Antonio Leonelli un piccolo involto contenente il volto di Gesù impresso in un Velo. Per più di un secolo il Velo rimase in mano a privati. L’ultimo proprietario, il dottor Donato Antonio De Fabritiis, decise di conservarlo racchiudendolo tra due vetri, per proteggerlo, e lo donò ai Frati Cappuccini di Manoppello (1638). Nel 1686, nella chiesetta dei Cappuccini, fu dedicata una Cappella in onore del Volto Santo, con altare tabernacolo speciale. Nel 1859 iniziò la costruzione del Santuario. La prima Chiesa ha subito numerose trasformazioni. Il prolungamento e la facciata attuale sono del 1965. La sacra reliquia, qui conservata, consiste in un velo finissimo, quasi impalpabile, che misura 17 x 24 cm. Il 1° settembre del 2006, un pellegrino illustre, Papa Benedetto XVI ha visitato il Volto Santo. Dopo pochi giorni dal suo pellegrinaggio ha elevato il Santuario in Basilica. Oggi è meta di tantissimi pellegrini provenienti dall’Italia e da tutte le parti del mondo.

Santo del Santuario: Volto Santo di Gesù

Da vedere: Mostra permanente, curata da Suor Blandina Paschalis Schlömer, dal titolo: "PENUEL, Il Volto del Signore. La Sindone di Torino e il Velo di Manoppello:"un unico volto" inaugurata nel 1999 in una sala attigua al Santuario.

Servizi: Confessioni, accoglienza spirituale, visite guidate e spiegazioni sul Volto Santo.

Prodotti: Presente un negozio con diversi tipi di souvenir riguardanti il Volto Santo.

Esperienze spirituali: Ritiri spirituali di una giornata autogestiti, momenti di spiritualità per cresimandi o comunicandi, per gruppi o movimenti ecclesiali.

Festività significative: Festa popolare la terza Domenica di Maggio, con processione in onore del Volto Santo. Festa religiosa il 6 Agosto, giorno della Trasfigurazione di nostro Signore Gesù Cristo.

Libro consigliato: “La seconda Sindone” di Paul Badde (Newton Compton Editori). “L’enigma del Volto di Gesù di Saverio Gaeta (Rizzoli Editrice). “Il Volto Santo venerato a Manoppello” di Padre Eugenio Di Giamberardino (Edizioni Volto Santo).

Curiosità: La somiglianza e la sovrapponibilità del Volto Santo con la Sacra Sindone è impressionante e ha suscitato molto interesse nel corso dei secoli, oltre che approfonditi studi per appurarne l’autenticità. Secondo il professor Giulio Fanti, dell'Università di Padova, che ha esaminato il velo nel 2001, si evince che «al microscopio ottico appaiono sostanze di apporto colorate in vari particolari anatomici».

Orari Messa e ufficio: Giorni feriali ore 7.15. Giorni pre-festivi 7.15 e 17.30 (invernale 16.30). Giorni festivi: 7.30 – 9.00 – 10.00 – 11.00 – 17.30 (invernale 16.30) Ufficio delle letture e lodi 6.25. Vespri e Compieta 19.30.


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa