Santuario Santa Secondina - Anagni 

La costruzione della Cattedrale di Anagni iniziò nel 1062 per volontà del Vescovo Pietro di Salerno.



La caratteristica più interessate del Santuario è la maestosa cripta posta sotto il presbiterio.



Essa è completamente ricoperta da affreschi raffiguranti la cattura, il martirio e la sepoltura di Secondina.



Santa Secondina era nata proprio ad Anagni nei primi anni del III secolo, convertendosi al cristianesimo grazie alle predicazioni di San Magno.



Grazie al suo esempio, moltissime altre persone si dedicarono a questa nuova religione.



Per questo motivo la sua casa diventò per molti secoli meta di pellegrinaggi e luogo di preghiere.



Dopo il martirio, i suoi amici la seppellirono di notte in un borgo del paese.



Molti anni dopo il Vescovo di Salerno trasferì il suo corpo nella Cripta del Santuario (dove tuttora riposa) attraverso una solenne processione.



Lo stesso vescovo depose le reliquie di San Magno nell’altare maggiore, insieme ad altri martiri posti nell’altare di destra.  


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa