Papa Francesco a Panama per la Giornata Mondiale della Gioventù

di Pubblicato in Approfondimenti, Dal Vaticano


Il 23 gennaio 2019 è cominciata la 34esima Giornata Mondiale della Gioventù. Quest’anno l’evento tanto atteso si svolge a Panama. Cinque giorni, dal 23 al 28 gennaio, di festa e di preghiere per riunire  migliaia di persone che prenderanno parte alla GMG, tanto attesa da Papa Francesco.

Il Santo Padre durante la GMG sta parlando in lingua spagnola  nei dieci interventi previsti che comprendono sei discorsi, tre omelie ed un Angelus. I giovani provenienti da tutto il pianeta hanno l’occasione in queste giornate di festa di condividere la propria fede.

In questi giorni  Panama si trova ad ospitare un evento straordinario, milioni di occhi da tutto il mondo stanno osservando il piccolo Paese dell’America centrale. Si tratta dello stato più piccolo che ha mai ospitato una GMG.

Papa Francesco ha  scelto come tema della 34esima Giornata Mondiale della Gioventù  le parole di Maria all’annuncio dell’Angelo Gabriele dal versetto del Vangelo di Luca: “Ecco la serva del signore; avvenga per me secondo la tua parola”.

Il logo dell’evento mostra Maria come via per conoscere Gesù rappresentato dalla croce. Nel logo sono presenti gli elementi simbolo del Paese: il canale ed i cinque puntini bianche che rappresentano i pellegrini provenienti dai cinque continenti.

Abdiel Jiménez compositore ed autore di numerosi componimenti liturgici ha  scritto e composto l’inno ufficiale in lingua spagnola che riprende suoni e costumi della tradizione panamense. Il testo che riprende il tema scelto dal Papa è stato registrato anche in italiano francese portoghese ed inglese.

La Giornata Mondiale della Gioventù viene sempre di più presentata come un evento multilingue internazionale anche se la maggior parte dei partecipanti sono di lingua spagnola.

Papa Francesco è partito il 23 gennaio 2019 da Roma Fiumicino con un volo per Panama e soggiorna presso  la Nunziatura Apostolica.

Il clou degli eventi è stato giovedì 24 gennaio alle 9.45 (15.45 in Italia) con la cerimonia di benvenuto all’ingresso principale della Presidenza della Repubblica,  la visita al presidente Juan Carlos Varela ed alle autorità del corpo diplomatico del Paese.

Ieri 25 gennaio alle 10.30 locali, le 18.30 in Italia, si è tenuto il primo appuntamento della giornata con la liturgia ed i giovani detenuti del Centro de Cumplimiento de Menores Las Garzas de Pacora. Alle 17.30, le 23.30 italiane, si è tenutala via Crucis con i giovani nel Campo Santa Maria La Antigua.

Papa Francesco ha dichiarato davanti 400 mila giovani da tutto il mondo: «La società ha perso la capacità di piangere e di commuoversi di fronte al dolore. Come Maria, la Chiesa favorisce una cultura capace di accogliere, proteggere, promuovere e integrare».

Oggi sabato, penultima giornata della GMG, alle 15.15 ore italiane con la Messa alla Cattedrale Basilica di Santa Maria la Antigua, di seguito Papa Francesco incontrerà i giovani nel Seminario Maggiore San José,  la giornata terminerà con la  veglia nel Campo San Juan Pablo II – Metro Park.

Domenica 27 gennaio il Papa celebrerà alle 14 ore italiane la Messa nel Campo San Juan Pablo II – Metro Park. Seguirà la visita alla Casa Hogar del Buen samaritano. Ultimo incontro con la GMG alle 22.30 ore  italiane nello Stadio Rommel Fernandez. Il rientro in Italia è previsto con la partenza alle ore 18.15 ed arrivo a Ciampino in mattinata lunedì 28 gennaio.

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.