San Valentino il santo dell’Amore

di Pubblicato in News, Ricorrenze Religiose

14 febbraio San Valentino.

Risalgono al V-VI secolo le prime notizie ufficiali della Chiesa di uno dei santi più amati, San Valentino. Precedentemente si parla in modo non ufficiale del martirio, della tortura e della decapitazione avvenuta durante la notte. Fonti differenti narrano di San Valentino come vescovo delle città di Terni intorno al 197, celebre per umiltà, santità di vita e carità.

Il suo festeggiamento si collega alle antiche feste pagane  presenti già nel mondo Greco ed assimilate dei Romani, precisamente il 15 febbraio in onore dei riti legati alla purificazione delle terre ed a riti di fecondità. Riti pagani abrogati da Augusto e cancellati da Gelasio I papa,  accostatosi alle idee di Ambrogio ed Agostino.

La chiesa malgrado la cancellazione oltre che formulare un fondamento politico per la Chiesa Cattolica d’Occidente cristianizzò il rito pagano anticipandolo al 14 febbraio ed affidando al martire capacità di protezione verso i fidanzati e gli innamorati, orientati verso il matrimonio e coronata dai figli.

Da questo passato spuntarono molti racconti, alcuni reali altri fantasiosi. Si dice che regalasse mazzi di rose rosse alle coppie di fidanzati per augurare loro un’unione d’amore e di felicità.

Nacque nell’Inghilterra e negli stati Uniti dell’ 1800 l’usanza di spedire biglietti d’auguri per san Valentino chiamati  “valentine”.

Il giorno di San Valentino oggi è celebrato a qualsiasi latitudine. Considerato il giorno degli innamorati rappresenta un messaggio ed un invito all’amore ed al rapporto tra l’uomo e la donna  caratterizzati  dall ’Amore di Dio, dove uomo e donna sono ad immagine e somiglianza di Dio.

Valentino:  protettore degli innamorati.

Il termine Valentino significa:  bene in salute, forte e sano.

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.