Abbazia di Sant'Eutizio

Ordine del Santuario: Ordine di San Benedetto



Storia:  L'abbazia di Sant'Eutizio è una delle Abbazie più antiche d’Italia. Situata nella Valle Castoriana nei pressi di Piedivalle, nel comune di Preci, questa costruzione è uno dei luoghi più importanti per il mondo francescano e per tutto il monachesimo occidentale. Di cui San Benedetto e San Francesco sono le principali figure spirituali La sua storia è legata ad un gruppo di monaci eremiti provenienti dalla Siria.  Questi padri fondatori del cristianesimo si stabilirono nella valle. Trovarono alloggio vicino a delle grotte artificiali, scavate nella pietra. L’usanza monastica era di dividersi in due per grotta: un anziano chiamato abba, padre, ed un giovane che aderendo alla vita da eremita ne imitava il comportamento. Lo scandire della vita monastica con l’aiuto della popolazione locale diede vita ad una comunità  monastica orientale di stile pre-benedettino, affascinando e meravigliando gli abitanti del luogo, i quali apprezzavano lo stile di vita e la loro profonda spiritualità. Alcuni di loro si unirono alla comunità spirituale che in origine fu fondata da Eutizio, Fiorenzo e Spes. Eutizio prese il posto di capo della comunità quando Spes morì intorno al 510, riuscendo a mantenere salda la fede nella collettività. La sua figura di Eutizio fu molto importante per la grande evangelizzazione che portò in tutta la valle, ed in suo nome alla morte fu eretta una chiesa.  

L’Abbazia divenne punto di riferimento durante le invasioni barbariche e nell’alto medioevo l’abbazia fu arricchita con l’utilizzo di molte donazioni, la maggiore delle quali da donna Ageltrude, vedova di Guido II duca di Spoleto, già re d’Italia.

Il benessere dell’Abbazia permise ai monaci benedettini di migliorare ulteriormente tutto il complesso monastico, inserendo un’importante biblioteca ed uno scriptorium, con all’interno i codici liturgici dell'Abbazia di Sant'Eutizio. Questi codici monastici testimoniano la grande fede vissuta dalla comunità monastica alle sue origini, dove alla regola principale benedettina si trova l’ospitalità e l’accoglienza, seguito dall’evangelizzazione dell’amore e della carità.

All’interno dell’Abbazia sta conservata “la Confessio Eutiziana”, documento in volgare, datata nella prima metà dell’XI secolo. Altre donazioni permisero nel 1236 di restaurare ed ampliare la struttura. I monaci attraverso i loro studi teologici, medici ed umanistici, si arricchirono di conoscenza, conservando testi e appunti di medicina che celavano accuratamente le capacità salutari di erbe medicinali che applicarono prodigandosi nella cura degli ammalati.

Nacque così la Scuola chirurgica preciana che nel tempo rese famosa Preci in tutta L’Europa: "Pulchra Sabina Preces Prisca Chirurgis Patria".

L’Abbazia fu danneggiata dal terremoto del 1977 e le scosse del sisma che ha colpito il centro Italia nel 2016  l’hanno lesionata gravemente.



Santo del Santuario:  Sant’Eutizio



Orari di apertura dell’Abbazia: Ogni giorno dalle ore 7.30 alle ore 13 e dalle 15.00 alle 21.00.



Da vedere: Suggestive le grotte dove si ritirarono S. Eutizio e S. Fiorenzo, scavate nella roccia che sovrasta, a picco, l’abbazia e dalla cui cima, venne eretto il campanile del XVII secolo,ad  opera dell’architetto pontificio Crescenzi.



Servizi: In  giovani che  vogliono vivere un’esperienza spirituale vengono coinvolti nei lavori quotidiani, aiutando in cucina, nell’orto, in sala da pranzo o allestendo la chiesa e la sacrestia. Tempi di permanenza, da concordare sia per i singoli che per le famiglie ed i gruppi.



Prodotti: L`Abbazia di San`Eutizio è oggi affidata ai nuovi commendatari i monaci benedettini di Norcia (monastero di Maria Sedes Sapientiae) con  raccolte di opere d’arte e di artigianato legate alla vita dell’abbazia e quella dei centri circostanti, tra cui Norcia..



Esperienze spirituali: Esperienze spirituali per  gruppi di persone, campi-scuola, famiglie facendo propri i ritmi di vita della comunità religiosa che vi vive nel rispetto delle regole dell’abbazia, tra il silenzio e la preghiera.



Libro consigliato: Pietro Pirri, L'Abbazia di Sant'Eutizio in Valcastoriana presso Norcia e le chiese dipendenti, Castelplanio, Premiata Tip. Editrice L. Romagnoli, 1912. Alessandro Bianchi, Castella et Guaita abbatie. Tracce di un itinerario storico e artistico da S. Eutizio a Preci (sec. XI – XIX), Perugia, Comune di Preci e Soprintendenza Archivistica per l'Umbria, 2002.



Curiosità: San Benedetto da Norcia e San Francesco d’Assisi ebbero rapporti con gli ambienti dell'Abbazia.   San Benedetto faceva visita abitualmente ai monaci dell'Abbazia, durante la ricorrenza di Santo Spes, suo padre spirituale.  San Francesco, durante un viaggio verso Ascoli si fermò nei pressi dell'Abbazia poiché incuriosito dalla fama della scuola chirurgica. Durante la sua permanenza ricevette dall'abate Reynaldus la Chiesa di San Cataldo al Valloncello.



Orario di apertura del Museo: Luglio – Agosto: 9.30-12.30/15.00-18.00 – festivi. 10.00-18.00 Settembre – Giugno: su prenotazione



Orari Messa e ufficio: Feriale ore 18.00 (eccetto lunedì e sabato) Domeniche e festivi alle ore 18.00 (ora legale) o 17.00 (ora solare).


Non sono ancora state pubblicate delle testimonianze su questo sanuario.

Puoi essere il primo a raccontare le tue esperienze in questo luogo.

Scrivici la tua testimonianza

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy di Vaticano.com e acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/03 e successive.


Mappa