Il 30 novembre Sant’Andrea Apostolo si festeggia ad Amalfi.

di Pubblicato in Approfondimenti, News, Ricorrenze Religiose


Oggi ad Amalfi si festeggia Sant’Andrea Apostolo.  Tutto è pronto  per la festa patronale che coinvolgerà tutta la cittadina.

La festa patronale del 30 novembre richiama ad Amalfi non solo tanti abitanti della Costa amalfitana, ma innanzitutto gli amalfitani che  in questa occasione si ricongiungono con parenti ed amici che giungono in occasione della festa del Santo Patrono.

In questo giorno la Statua in argento del primo Apostolo di Gesù Sant’Andrea viene portata fuori dalla chiesa a spalla dal Duomo, la cattedrale di Sant’Andrea.

In realtà i festeggiamenti in onore del Santo hanno avuto inizio il 21 novembre in occasione del Novenario e della celebrazione della Santa Messa nella Cripta del Duomo, insieme alla Coroncina ed il rito della Manna.

La Coroncina  si recita in onore a Sant’Andrea Apostolo presso il  sepolcro nella Cattedrale di Amalfi.

Il rito della Manna risale a quando gli israeliti nel deserto uscirono dalle tende e videro il suolo ricoperto da una  sostanza granellosa che venne chiamata Manna. Per analogia venne chiamata Manna anche il liquido che esce dalla Tomba di Sant’Andrea.

In questo particolare giorno infatti si compie il miracolo: dalla Tomba dell’Apostolo fuoriesce questa sostanza profumata e oleastra, simbolo di buon auspicio per il raccolto dell’anno a venire.

In realtà ad Amalfi è conservata una parte delle reliquie del santo traslate da Patrasso a Costantinopoli, luogo dove avvenne lo stesso miracolo, nel 357. Difatti  sembra che il miracolo avvenga in ogni luogo dove sono state poste le reliquie dell’Apostolo, come ad esempio a Roma nella Basilica Vaticana redatta da Tiberio Alfarano, storico dell’arte, in una delle quindici ampolle di cristallo  c’è la scritta manna di Sant’Andrea Apostolo.

La giornata del 29 novembre è invece il giorno della Vigilia Solenne con l’esposizione ai fedeli dell’ Adorata Statua di Sant’Andrea a partire dalle ore 10.00, dopo la celebrazione della Santa Messa. In serata alle 18.30 sono stati officiati i Primi Vespri Pontificali presieduti dall’Arcivescovo della Diocesi Amalfi-Cava de’ Tirreni Mons. Orazio Soricelli.

Il giorno della grande festa è senz’altro sabato 30 novembre, quando la Solennità di S. Andrea Apostolo verrà celebrata  a partire dalle ore 05.00 con l’annuncio dei festeggiamenti con un cammino per le strade cittadine  al suono delle zampogne. L’appuntamento successivo è alle 5.30 in Cripta per l’Ufficio delle Letture, e di seguito si terranno le Lodi mattutine e la Santa Messa. Alle ore 07.00 e alle 8.30 la celebrazione delle Ss. Messe. Alle 8.30 il Giro del concerto bandistico “Città di Minori” per le vie della città. La Statua del Santo Patrono verrà poi portata in spiaggia per la benedizione del mare.

Dopo il 30 novembre il prossimo appuntamento sarà sulla Costiera Amalfitana sabato  7 dicembre quando ad Amalfi si terrà la caratteristica processione subacquea alla Grotta dello Smeraldo. La cerimonia comincerà alle ore 15.00 con la cerimonia religiosa. Dalle ore 16.00 ci sarà la processione subacquea con omaggio al bambinello deposto nel primo presepe sottomarino realizzato in Italia per la prima volta con la prestigiosa ceramica di Vietri.

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.