Il Cammino di Santiago de Compostela tra spiritualità e leggenda.

di Pubblicato in Approfondimenti, News, Pellegrinaggi

Il Cammino francese

Da  Saint Jean de Pied-de-Port a Santiago de Compostela e Finisterre

 

IL CAMMINO FRANCESE

è senza dubbio il cammino più conosciuto tra tutti i cammini che conducono a Santiago de Compostela frequentato ogni anni da migliaia di pellegrini. Il suo percorso è di circa 800 km, ogni guida italiana o straniera riporta un chilometraggio differente. Al cammino tradizionale può essere aggiunto un tratto di corca 90 km se si vuole terminare il cammino a Finisterre, luogo dove un tempo si pensava fosse “la fine della terra”. Da Finisterre alcuni pellegrini ormai “presi” dal cammino o incoraggiati da altri pellegrini proseguono ancora di 30 Km per arrivare a Muxia, cittadina a nord ovest di Santiago affacciata sull’atlantico, dove si dice sia attraccata la nave che riportò il corpo dell’Apostolo Giacomo dalla Terra Santa !

 

1° tappaSaint Jean de Pied-de-Port – Roncesvalles – 25 km – circa 7.00 ore di cammino

Grado di difficoltà: difficile

A Saint Jean de Pied-de-Port siete alle pendici dei Pirenei, qui potete trovare un  albergue-rifugio municipale ma anche pensioni ed affittacamere. Il centro di Accoglienza dei Pellegrini, si trova al 39 di Rue de La Cittadelle. Questo è anche il luogo dove potrete trovare la Credenziale se non l’avete già con voi. Ci sono due alberghi per pellegrini ed il costo è di circa 5 € a notte, il primo, nel centro storico ha 12 posti letto a castello, il secondo fuori del centro ha 40 posti.

 

Rifugio dei pellegrini a Roncesvalles

 

Il dislivello tra Saint Jean de Pied-de-Port e Roncesvalles non è trascurabile infatti si parte dai 200 metri della partenza fino ai 950 metri dell’arrivo, toccando lungo il percorso altitudini di oltre 1000 metri, impiegando mediamente circa 6.15 ore di cammino.

Il mattino è consigliabile mettersi presto in cammino allo spuntare del sole. Visiterete la Fontana di Rolando, uno dei punti più alti di questa prima tappa e passerete il valico di Col de Leopolder, dal passaggio avrete ancora un’ora abbondante stando attenti alla ripida discesa.

Ricordatevi di non forzare troppo, è solo il primo giorno!

Buen Camino!

 

 

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.