Giornata dei Giusti dell’Umanità 6 marzo

di Pubblicato in Eventi


Giornata dei Giusti dell’Umanità  6 marzo

La commissione Affari costituzionali del Senato della Repubblica Italiana ha approvato il 7 dicembre del 2017 all’unanimità la legge che istituisce la Giornata in Memoria dei Giusti dell’Umanità. La legge vuole onorare quelle persone che in vari modi si sono distinte per liberare e soccorrere i perseguitati per motivi razziali politici o religiosi.

La legge,  è stata largamente condivisa da Camera e Senato, lo scopo  è di incoraggiare le scuole di ogni ordine e grado a programmare, in questa Giornata, attività per formare i giovani alla responsabilità personale attraverso la presentazione  di storie dei Giusti. Le amministrazioni, enti pubblici, e tutte le istituzioni, possono contribuire creando spazi dedicati ai Giusti, oltre che sostenendo incontri, convegni, approfondimenti e rassegne.

L’Italia è il primo Paese ad aderire alla Giornata Europea dei Giusti dell’Umanità  istituita dal Parlamento Europeo nel 2012. Promotore della giornata è il fondatore e presidente della onlus Gariwo  Gabriele Nassim. Un impegno importante afferma Nissim, soprattutto in questo momento dove razzismi e nuovi nazionalismi oltre che al terrorismo mettono a dura prova la pace e nuovi venti di guerra soffiano in diversi luoghi del pianeta. L’idea del Giusto è nata con lo Yad Vaschem, il noto museo sulla Shoah di Gerusalemme, istituito per tramandare e documentare la vicende del popolo ebraico durante la Shoah preservando la memoria di ogni vittima dell’olocausto. Occorre sensibilizzare gli animi afferma il presidente di Gariwo, Gabriele Nassim per valorizzare l’importanza della pace e del dialogo tra i popoli.

 

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.