Notte della Taranta a Melpignano– Influenze del Cristianesimo

di Pubblicato in Approfondimenti, Eventi, News

La notte della Taranta è un festival musicale popolare nato nel 1998, che tende a valorizzare la musica tradizionale salentina. Il festival ha carattere itinerante e trova il suo opogeo nel concertine di Melpignano, un piccolo comune di 2000 anime in provincia di Lecce, che appartiene alla storica regione della Grecia Salentina. Un’enclave linguistica dove si parla il griko, un antichissimo idioma greco.

Melpignano oltre ad ospitare il più grande festival musicale nella Notte della Taranta, s’innesta in un contesto storico religioso con le sue architetture religiose, prima tra tutte la chiesa madre di San Giorgio, protettore della città, risalente al XVI secolo, alla chiesa dell’Assunzione della Vergine, innalzata nel XVI secolo sotto i santi Sebastiano e Rocco, la Chiesa Convento degli Agostiniani, adiacente alla chiesa del Carmine, la Cappella di Sant’Antonio Abate, posta poco fuori del borgo antico, la Cappella di Santa Maria Maddalena, venerata come seconda protettrice di San Giorgio, la Cappella di San Michele Arcangelo, luogo privato che custodisce la statua lignea dell’Arcangelo Michele, la Cappella di San Pietro d’Alcantara, anch’essa privata, con all’interno le statue di san Giuseppe da Copertino e san Francesco da Paola.

Quest’anno per la 20° edizione del Festival, grande festa, si prevedono oltre 100.000 spettatori che è la media di ogni anno. Invadono letteralmente la piccola cittadina di Melpignano ballando notte e giorno al ritmo dei tamburelli, suono che contamina anche le rockstar e gli altri artisti.

Il Festival mira alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale salentina attraverso la fusione di tradizioni, cultura ed altri linguaggi musicali partendo dalla world music, al jazz, al rock, alla musica sinfonica.

Protagonista indiscusso del Concertone è l’Orchestra Popolare della Notte della Taranta che annovera tra i maestri concertatori Giovanni Sollima, Ambrogio Sparagna, Mauro Pagani, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic.

Tanti gli ospiti del Festival in calendario, star italiane, ma anche artisti del panorama musicale internazionale, con al centro la Pizzica, una via di musica e danza verso un’esperienza ammaliatrice da vivere nelle calde e magiche notti del Salento, in una cornice religiosa unica nel suo genere.

 

 

 

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.