Come diventare Volontario del Giubileo della Misericordia

di Pubblicato in Giubileo della Misericordia, News

Mancano poche settimane all’ 8 dicembre 2015, giorno in cui Papa Francesco aprirà la Porta Santa dando ufficialmente inizio al Giubileo della Misericordia che si concluderà il 20 novembre 2016.
L’Anno Santo è un evento spirituale importantissimo che però porta con sé molte sfide dal punto di vista organizzativo e logistico.
Secondo il Censis saranno 33 milioni i turisti e i pellegrini che convergeranno a Roma nel corso del Giubileo della Misericordia, 8 milioni in più rispetto al 2000.
Per far fronte a questo grande afflusso sarà fondamentale l’aiuto di un numero consistente di volontari.
Essi diverranno un punto di riferimento per i pellegrini che raggiungeranno la capitale e saranno di supporto nei percorsi della misericordia.

Da ottobre sarà possibile inviare la propria candidatura al volontariato giubilare accedendo al sito http://www.iubilaeummisericordiae.va

Requisiti:
I volontari saranno sia italiani che stranieri.
Il volontario dovrà aver raggiunto la maggiore età.
Per i volontari stranieri è indispensabile la conoscenza base della lingua italiana di modo da poter dialogare con i responsabili del servizio, con gli altri volontari e con le forze di Pubblica Sicurezza italiane.
La disponibilità richiesta è minimo di una settimana o di 4 giorni in occasione dei grandi eventi.

Requisiti preferenziali:
Testimonianza di fede (impegno in parrocchia, lavoro in comunità, esperienza in altri grandi eventi religiosi).
Esperienza organizzativa.
Conoscenza delle lingue straniere.

Mansioni del volontario:
Accoglienza dei pellegrini e supporto nei percorsi della misericordia.
Supporto ai pellegrini nel percorso all’esterno della Basilica di S. Pietro che conduce alla Porta Santa.
Guida ai pellegrini all’interno delle basiliche e delle chiese giubilari.

Informazioni Pratiche:
Il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione provvederà solamente al vitto, all’alloggio e i trasporti pubblici locali a Roma, nonché alla copertura assicurativa contro gli infortuni in servizio esclusivamente per il tempo di servizio.
I volontari per il Giubileo dovranno autonomamente provvedere al visto ed al viaggio per raggiungere Roma.
Il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione non potrà provvedere al visto, potrà però rilasciare una dichiarazione attestanti i motivi del viaggio a Roma.
Il volontario opererà gratuitamente e non è quindi previsto uno stipendio.

Lettera di Presentazione:
Per diventare Volontari del Giubileo, bisognerà inviare una lettera di presentazione fornita dal proprio parroco o dal coordinatore del movimento ecclesiale cui si appartiene. La lettera sarà allegata al momento della compilazione del modulo online.
I seminaristi, novizie e novizi, debbono farsi segnalare dal proprio rettore o formatore.

Invio candidatura:
Per inoltrare la propria candidatura sarà necessario compilare il modulo “Diventa volontario” che sarà on-line dal mese di ottobre, dopodiché bisognerà compilare un modulo di candidatura al servizio di volontario.
Quando la domanda sarà accettata, si potrà accedere alla sezione del sito riservata ai volontari dove sarà necessario caricare una propria foto formato tessera, un documento di identità valido, il visto (se necessario) e saranno richieste ulteriori informazioni. Nella stessa sezione saranno comunicate le informazioni specifiche riguardo al servizio.

La decisione finale riguardante l’ammissione di una persona al Volontariato per il Giubileo è presa dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, che si riserva il diritto di accettare o rifiutare qualsiasi domanda di adesione senza indicarne i motivi.

Per maggiori informazioni: volunteers@im.va

Autore: Redazione