Festa di Santa Domenica a Scorrano

di Pubblicato in Ricorrenze Religiose

Festa di Santa Domenica- Scorrano (LE) ph: Salvatore Marcucci

I 7.021 abitanti della cittadina di Scorrano, nella provincia di Lecce, si ritrovano, ogni anno, dal 5 al 10 luglio, a festeggiare Santa Domenica, Santa Patrona del piccolo centro leccese. A caratterizzare questa suggestiva festa le luminarie divenute famose in tutto il mondo. Una fama che è certificata dal particolare “titolo” che Scorrano si è guadagnata, e cioè quello di Capitale Mondiale delle Luminarie.

A spiegare la pomposità della Festa di Santa Domenica c’è la smisurata devozione del popolo scorranese nei confronti della sua patrona. Secondo le cronache Santa Domenica liberò, grazie ad un’apparizione, il paese dalla peste. Più precisamente La Santa, fino a quel momento sconosciuta agli abitanti di Scorrano, durante un’epidemia di peste che stava flagellando la popolazione, apparve sulle mura di Porta Terra, comunicando che aveva scelto di proteggere la città di Scorrano e che avrebbe liberato il paese dalla peste. La Santa suggerì alla donna di raccontare questo sogno all’arciprete per testimoniare l’autentica volontà della protettrice. Le preghiere degli scorranesi, con tanto di lampade ad olio ad illuminare le finestre delle case, aiutarono la popolazione a vincere la peste e da allora, tutti gli anni, per devozione e riconoscenza, vengono accese luci sulle finestre.

La Festa di Santa Domenica, è nota soprattutto per via delle magnifiche architetture di luce dei maestri di luminarie (conosciuti meglio, in gergo dialettale come “Maestri Paratori”) di Scorrano. Da molto tempo, infatti, Scorrano rappresenta la terra d’origine di alcuni tra i migliori maestri di luminarie del mondo, con opere che vengono esportate anche all’estero (Germania, Paesi Bassi, Stati Uniti, Giappone Corea, Belgio e tanti altri), anche per ricreare famosi monumenti come il Tower Bridge a Londra, la Tour Eiffel di Parigi, il Colosseo di Roma, la Torre di Pisa ed altre famose meraviglie. Il lavoro di maestri Paratori, col tempo, è cambiato anche grazie alla tecnologia, soprattutto grazie all’introduzione degli ormai indispensabili LED, che hanno notevolmente migliorato la qualità delle strutture luminose ricreate. Il tutto gestito, grazie all’utilizzo di moderni software, in maniera autonoma, permettendo di programmare straordinari effetti e giochi di luce che, insieme all’utilizzo di effetti sonori formano un sincrono indimenticabile per chi osserva ed ascolta. Parliamo di impianti di notevoli dimensioni, che possono arrivare anche a toccare e superare i 35 metri di altezza e i 40 in larghezza.

 

I fuochi d’artificio

A chiudere il magnifico percorso visivo e sonoro i tradizionali fuochi d’artificio, che rendono indimenticabili le celebrazioni di Santa Domenica. Le migliori ditte internazionali produttrici di materiale pirotecnico, vengono a misurarsi nella sfida alla realizzazione di ogni genere di spettacolo. Un ulteriore fiore all’occhiello della festa è lo spettacolo “PIROMUSICALE”, che vede protagonisti i fuochi d’artificio esplosi con tanto di musica in sottofondo. La festa, tra suoni e colori, tocca, in questo particolare momento, il suo culmine emozionale.

In conclusione, se vi capita di andare in vacanza in Salento, sicuramente vi merita andarci in questo periodo perché la Festa di Santa Domenica a Scorrano è davvero da non perdere! Oltre a questo, potrete ammirare tutte le meraviglie di questa terra stupenda, ricca di tradizioni, storia e cultura, ma anche di spiagge da favola!

Qui trovate il programma dell’edizione 2016

Autore: Redazione