San Francesco, il progetto di un cammino sulle sue orme: viaggio da Firenze a La Verna

di Pubblicato in Approfondimenti, News, Percorsi ed itinerari


Un cammino sulle orme di san Francesco, è questa la convenzione siglata dal Comune di Firenze e 15 comuni interessati al progetto. Ripercorrere le orme del santo Patrono d’Italia, partendo dalla basilica di Santa Croce al Santuario de La Verna. Questo è “Il Cammino di Francesco”.

Il progetto s’inserisce dopo  “Il Cammino della via degli dei” lungo l’Anello del Rinascimento. L’iniziativa intende incrementare l’offerta turistica di qualità capace di raccontare il territorio legandolo ai comuni limitrofi, avviando quel movimento lento che avvicina al cammino “Sulle orme di san Francesco”. Un’ occasione per promuovere e valorizzare  percorsi alternativi lungo i sentieri di indubbio fascino ed attrazione ancora poco battuti, auspicando un ampliamento dei flussi turistici.

Il  Comune di Firenze per organizzare, definire, gestire e promuovere questa nuova offerta turistica, è  partito dal documento strategico della Regione Toscana, siglato con l’Amministrazione, una convenzione siglata con altri 15 comuni. La firma dell’accordo è avvenuta presso il Cenacolo di Santa Croce.

Tale firma rappresenta l’ultimo atto della fase propedeutica integrata chiamata  ‘I Cammini di Francesco in Toscana’. I comuni coinvolti nell’iniziativa sono:Bagno a Ripoli, Bibbiena, Castel San Niccolò, Chitigliano, Chiusi della Verna, Fiesole, Montemignaio, Ortigliano-Raggiolo, Pelago, Pontessieve, Poppi, Pratovecchio, Reggello, Rignano sull’Arno e Rufina.

L’inizio del progetto è avvenuto nel 2018 quando la giunta comunale aveva approvato il progetto preliminare di un itinerario relativo alle vie di San Francesco in Toscana, indetto dalla Regione Toscana.

Cammino di san Francesco

L’ iniziativa aveva lo scopo di individuare gli itinerari tematici legati alla vita di San Francesco e finalizzati al recupero del collegamento storico tra la Basilica di Santa Croce e il Santuario di La Verna, attraverso la valorizzazione dei territori dal punto di vista turistico, storico, culturale e paesaggistico da sviluppare in forma associativa con i comuni che attraversano il percorso.

La capacità di ricevere turismo nei territori dell’appennino è senza dubbio una delle scommesse che il sindaco di Chiusi, Gianpaolo Tellini capofila del progetto auspica per promuovere il territorio, per intercettare quella parte di turismo sostenibile che mira a trovare beneficio camminando per i paesaggi toscani.

La convenzione mira, attraverso passi successivi, alla definizione, al reperimento delle risorse, all’organizzazione e gestione e promozione di questo percorso  per incrementare l’offerta diversa da quella tradizionale. L’accordo della durata di cinque anni prevede la nomina di un comune capofila responsabile del progetto e delegato a tutte le funzioni, mentre la conferenza dei sindaci dei comuni associati  definirà le linee d’indirizzo per la realizzazione degli obiettivi.

Nell’estate 2020 percorsi e segnaletica dovrebbero essere pronti, Buon Cammino!

Autore: Franco Collodet

Sociologo e scrittore, studi specialistici in gestione delle politiche sociali. Studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni, professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Esperto dei cammini religiosi in Europa e in Medio Oriente.